Chez Charlotte Spleen

C'è solo un modo di dimenticare il tempo: impiegarlo.


Lascia un commento

3D on demand

A chi non piacerebbe poter essere in possesso di uno strumento che crei qualsiasi oggetto si desideri ?! Se il 2013 è stato l’anno zero della stampa 3D, il 2014 sarà quello della consacrazione, del do it yourself con decine di nuovi modelli da mettere sulla scrivania, per tutti i gusti e per tutte le tasche. Finalmente é possibile creare comodamente da casa, oggetti di piccola o media grandezza, impiegando solo il tempo di disegnarlo e caricarlo tramite file .cad sulla stampante.

Nel caso in cui non abbiate la possibilità di poter usufruire di questa super innovativa stampa, non resta che affidarvi a chi una stampante la possiede già, risparmiando tempo e assicurandovi prodotti personalizzati in base alle vostre esigenze.

Visitate il sito Stealthy Design , avrà piacere di realizzare i vostri oggetti.

20140211-211320.jpg

20140211-211355.jpg

20140211-211401.jpg


20140211-211918.jpg

Annunci


Lascia un commento

Publicité de la dimanche

Domenica: a caccia di novità sul web. Ed ecco qua due delle pubblicità che mi hanno maggiormente colpito oggi. 

Dimanche: à la recherche de nouveautées sur internet. Voilà deux différents publicités qui m’ont touché particulièrement aujourd’hui.

Mc Donald’s

Immagine

Questo manifesto è apparso a Boston sui mezzi pubblici. L’immagine mostra una donna che si nasconde il volto, presumibilmente depressa. Lo slogan “non sei sola” è accompagnata da una seconda frase ” milioni di persone amano il Big Mac”. L’azienda si è scusata ufficialmente e si è dissociata dall’agenzia pubblicitaria che pare abbia diffuso la pubblicità senza essere approvata.

Cette affiche est paru à Boston dans les moyens de transport de la cité. La photo répresente une femme qui cache son visage; elle ressemble déprimée. Le slogan cite:  “tu n’es pas seule” et il est accompagnée de une seconde écrite ” millions de personnes aiment le Big Mac”. La societé a officiellement donné ses excuses et elle s’est dissociée de l’agence publicitaire qui a diffusé la publicité sans etre approvée.

Zucchi

Immagine

“Puro cotone su tela”, ecco lo slogan della pubblicità di Zucchi. Il manifesto rappresenta il famoso quadro di Johannes Vermeer chiamato “La ragazza con il turbante” ( o “la ragazza con l’orecchino di perla “). Sulla testa della ragazza troviamo un asciugamano di cotone al posto del turbante originale. La trovo molto originale e simpatica. 

“Pur coton sur toile”. C’est le slogan de la publicité del Zucchi. L’affiche représente le tableau de Johannes Veermer intitulé ” La jeune fille au turban” ( or “La jeune fille à la perle” ).Sur la tête de la jeune fille il y a une serviette à la place du turban original. Je pense que cette publicité soit trés inédite et sympa.


Lascia un commento

Fabri Fibra : presenza inopportuna (?)

Immagine

Da pochi giorni è stata resa pubblica la notizia che Fabri Fibra, noto rapper italiano, non potrà partecipare al concerto del primo maggio a Roma.

Inizialmente invitato a partecipare al concerto per la festa dei lavoratori e poco dopo escluso anche a causa della protesta della nota associazione D.i.Re (Donne in rete) contro la violenza sulle donne. L’associazione ha infatti accusato Fabri Fibra di scrivere testi pieni di messaggi sessisti, omofobi e misogini e per questo i sindacati hanno preso la decisione di tenere lontano dal palco il rapper.
Lo stesso cantante ha commentato quanto successo scrivendo queste parole sul suo account di facebook:
Concertone del Primo Maggio in Piazza San Giovanni: nemmeno quest’anno sarò su quel palco. Mi sembrava strano. In effetti, l’invito entusiasta da parte di Marco Godano mi aveva sorpreso, era una bella novità. Invece poi non sono gli organizzatori che decidono chi suona in piazza. Nei miei testi forse non tutti ci leggono l’impegno politico o sociale necessario per eventi del genere. Nel 2013, per alcuni, il rap e i suoi meccanismi artistici sono ancora da interpretare e da capire fino in fondo. Qualcuno voleva che io suonassi e qualcuno no. Nonostante il tentativo, non si fa nulla. Il Primo Maggio è ancora soggetto a certi schemi che in altri circuiti live non ci sono o comunque non ci sono più. Penso in ogni caso che i concerti siano una bella occasione per i ragazzi di vivere esperienze musicali reali. Ci vediamo comunque in tour quest’estate e quest’autunno.
Il problema non è ovviamente se Fabri Fibra c’è o non c’è sul palco ( “checcefrega”!? ) ma ho riflettuto sull’accaduto e su quanta importanza sia stata data dai media ad una notizia di così poca importanza e rilevanza per il nostro paese.
Penso infatti che l’unica conseguenza ottenuta sia stata quella di valorizzare l’immagine del rapper italiano, tanto criticata quanto temuta. Penso che il concerto del Primo Maggio sia una rassegna stampa che ha sempre rappresentato i valori del lavoro, della libertà e della socialità, e che in questo modo stia negando la libertà di espressione. Non parlerei tanto di censura preventiva in questo caso come invece hanno fatto diversi media; in quanto personalmente trovo che non si tratti di censura non trovarsi all’altezza di un determinato evento. Inoltre penso che, per quanto questo cantante possa piacere o meno, con le sue canzoni riesca sempre a provocare differenti componenti della società, scatenando sempre nuove critiche che lo portano ad essere più celebre. Cosa ne pensate?